Come tutti gli altri esseri viventi anche il cincillà può avere delle grosse difficoltà al momento del parto.

Quando l'atto del parto si prolunga per diverse ore, spesso siamo di fronte a cuccioli ormai morti in grembo. Nel caso in cui la femmina di cincillà ha avuto già le doglie e non ha espulso i piccoli, le stesse vanno a terminare e a lasciare sofferente la femmina di cincillà.  

Da nostra esperienza diretta provocare artificialmente le doglie di nuovo con somministrazione di ormoni quali l'ossitocina, fa solo infiaccare ancor più la femmina di cincillà, già abbattuta di suo dal parto non andato a buon fine.

parto

Se invece l'Ossitocina venisse iniettato prima che terminino le doglie il risultato sarebbe più efficace poichè si è spesso in tempo a far espellere i cuccioli ancora vivi e la mamma non è ancora abbattuta dagli sforzi provocati dalle doglie.

Visitando allevamenti di cincillà da pelliccia che vantavano migliaia di riproduttori, potevo notare che se venivano tralasciate le mamme che non erano riuscite a partorire dopo alcuni giorni queste riuscivano a espellere i feti mummificati, forse dovuto al fatto che i feti stessi disidratati riuscivano a essere emessi fuori più facilmente perchè ridotti di massa.

seguici su facebook

Cincillà dal nostro catalogo

Azienda agricola La Plata Cincillà - C.da Ributtini 66054 Cupello (CH) - P.IVA 01664550694 - Cod. Fisc. MNC MRT 63D04A402T - Tel. 333 4983215