Diversi anni fa ero assiduo frequentatore di gare di bellezza di cincillà che si svolgevano esclusivamente fuori Italia e nei Paesi dove l'allevamento di questi simpatici roditori era molto più sviluppato.
Ero molto più giovane e mi stancavo di sentirmi dire dai professionisti del settore "Devi continuare a migliorare il tuo allevamento" pensando che il vecchio allevatore intendesse, in fondo, solo vendere dei rirpoduttori migliorativi.
I vecchi allevatori avevano commesso diversi errori e su questi avevano capito come migliorare il proprio allevamento, e io scettico seguivo i loro discorsi, ma con distanza dovuta e diffidenza, ma alla fine comprendevo i loro consigli tastando esperienze nel mio allora piccolo allevamento.
Un bel cincillà standard per diventare tale ha bisogno anche di nitidezza del velo di copertura del manto pilifero.
La nitidezza si perde se si vuole introdurre le colorazioni extra-dark. La colorazione blu e nitidezza devono essere la prima condizione da rispettare se si vogliono riportare vittore da gare di bellezza, il colore extra-dark (extra scuro) potrà essere fissato successivamente.

Esistono, nel cincillà, due differenti veli di copertura: il tipo Blu e il tipo Black. A mio avviso il tipo blu è il più agevole dove giostrare, ma da questo è difficile tirar fuori l'extradark. Il tipo Black viene invece inserito in allevamento per dare colorazione scura e per mantenerla.
Il problema che ho incontrato con il tipo Black è una colorazione "rossiccia" sulla cima della velatura del manto del pelo, una banda scolorita

(soprattutto se la banda è ampia) oppure addiruttura il bianco del ventre fuori colorazione (termine che deriva dall'inglese che indica una tonalità rossiccia piuttosto che bluastra).
E' utile confrontarsi con gli altri allevatori per poter decidere se i propri cincillà abbiamo una colorazione del manto pilifero tendente al blu. Nel proprio allevamento non è possibile far comparazioni. Nelle gare per far tali confronti viene utilizzata una lampada detta di valutazione che è formata da quattro tubi fluorescenti con la scritta "day light" che illumina sui cincillà in gara da circa 70 cm di distanza. Tutto ciò che circonda il cincillà deve essere di colorazione bianca poichè di suo il cincillà assorbe ogni riflesso.
I piccoli allevatori che cercano di porsi sul mercato pet spesso non sanno di cosa hanno bisogno nel proprio allevamento: c'è bisogno della taglia, nitidezza di colore (che non è la chiarezza o la scurezza del manto pilifero), tessitura, velatura o lunghezza del pelo? Un consiglio ai piccoli allevatori: se non sapete di cosa avete bisogno allora portate alcuni cincillà alle esposizioni ed ascoltate i commenti dei giudici federali (giudici di federazioni di allevatori di cincillà). Poi riportare questi cincillà giudicati in allevamento e dopo un periodo di dovuta quarantena confrontateli al resto dei vostri animali. Questo è un ottimo espediente per poter capire e imparare cosa sia necessario per migliorare il proprio allevamento.
Dopo la definizione di quali possano essere le caratteristiche di cui si necessita nel proprio allevamento, allora si potrà provare a cercare i riproduttori giusti.
Bisogno tenere sempre a mente che si può ottenere in due generazioni ciò che si desidera e durante gli accoppiamenti si rischia di poter perdere almeno un'altra ottima caratteristica del cincillà, ad esempio per ottenere cincillà blu o dark è facile perdere la taglia (per via di geni che si trasmettono associati).
Non dimenticate mai che una volta che il cincillà è in riproduzione, non è più bello, quindi mai giudicare un riproduttore dalla proprio apparenza, ma giudicateli dai proprio discendenti (gli allevatori meno esperti possono dar giudizi solo dal sesto mese di età del cincillà).
Purtroppo alcuni incroci non possono raggiungere il successo sperato e necessitano essere interrotti una volta scoperto. Attenzione ai difetti dei discendenti, solo così si può vedere se i riproduttori stanno producendo le caratteristiche richieste. Però da tenere a mente anche che la loro discendenza può valorizzarsi anche più tardi, quindi mai giudicare tropppo presto i cincillà discendenti.
Mai essere soddisfatti della qualità dei propri cincillà: il miglioramento continuo è un dovere in questa attività.

Cincillà dal nostro catalogo

30,00 € ACCONTO CORY N68 180 euro Prenotato
30,00 € ACCONTO Bietta n32 130 euro Prenotato
30,00 € ACCONTO ANACLETO N16 150 euro Disponibile Prenota con acconto

Azienda agricola La Plata Cincillà - C.da Ributtini 66054 Cupello (CH) - P.IVA 01664550694 - Cod. Fisc. MNC MRT 63D04A402T - Tel. 333 4983215